Sempre pronti ad ogni ora del giorno, con ogni condizione atmosferica,
i carri soccorso non si fermano mai.
È il 1963 quando Isoli inizia la collaborazione con l’Automobil Club Italiano
per la produzione di piccole autogru estremamente agili.
Da allora i carri soccorso sono in continua evoluzione.

Si sono trasformati passo passo con la trasformazione e la crescita del mercato dell’auto
e lo sviluppo della rete stradale,
mantenendo un obiettivo costante:
risolvere problemi sempre diversi nel modo più rapido e sicuro.

E così, dai primi prototipi di piccola portata
si è arrivati agli attuali mezzi, sempre più efficienti e innovativi,
risultato della ricerca interna
e del dialogo sempre aperto con le necessità di chi sta tutti i giorni sulla strada,
a prestare soccorso.

Oggi i carri sono più leggeri
– dal 2009 i pianali e molte altre parti sono in alluminio,
mentre una volta i mezzi erano solo in acciaio –
e si lavora per migliorare alcuni particolari
– come gli angoli d’attacco -,
in una continua applicazione di sempre nuove soluzioni.

La ricerca in Isoli coniuga sicurezza, funzionalità e bellezza.
Sicurezza, innanzi tutto,
perché chi porta soccorso deve intervenire sempre, in ogni condizione.

Funzionalità,
perché l’aspetto pratico è fondamentale per chi lavora tutti i giorni col suo mezzo sulla strada.

E bellezza,
che si riscontra in tanti particolari:
le luci, ad esempio,
importantissime dal lato pratico quando si deve lavorare di notte,
ma che creano anche un innegabile effetto estetico.

E poi l’accuratezza delle finiture, le forme, il colore e il marchio, sempre riconoscibile.
Particolari che parlano di un generale atteggiamento di cura
verso tutti gli aspetti di un prodotto

Una cura che,
nel tempo e attraverso tutte le variabili che si incontrano nel lavoro,
fa la differenza.

I mezzi Isoli rispecchiano la serietà di un’azienda che è garanzia di affidabilità
e che ogni giorno rinnova il suo impegno etico nei confronti dei prodotti e dei clienti.

Storytelling:
Paola Rossi e Carlo Presotto
La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale

Strategia di Posizionamento:
S&P – Positioning design