Dietro alle macchine ci sono le persone.
E le persone in Isoli lavorano in squadra.
Tradizionalmente, squadre di tre persone:
un idraulico, un montatore meccanico, e un elettricista.
Si occupano dall’inizio alla fine della realizzazione di un mezzo,
organizzati per aree di lavoro.

Si sa sempre chi ha compiuto ogni singola operazione,
chi ha realizzato ogni singolo mezzo.
In questi ultimi anni,
per i modelli più richiesti dal mercato
si sta mettendo a punto un sistema di produzione
sviluppato lungo una linea di montaggio.

Lungo la linea,
la lavorazione di un lotto di macchine procede a passo, per varie fasi:
la prima con l’idraulico, poi la parte elettrica,
infine la parte di carpenteria col montatore meccanico.

Il sistema rientra nel progetto “Isoli system”,
che accompagna il rinnovamento dell’azienda con l’inserimento del metodo Lean.
Nella linea di montaggio la lavorazione è ottimizzata
coordinando al meglio e bilanciando tutte le fasi,
dall’arrivo dei materiali al rispetto dei tempi di consegna.

Obiettivo: incrementare la produttività,
mantenendo la dedizione ad ogni singolo mezzo.
Nell’officina del futuro rimangono validi i valori della bottega:
fondamentale il ruolo del sapere manuale e dell’esperienza
e ancora più importante lo spirito di squadra.

Nell’officina del futuro
ogni persona lungo la linea è polivalente,
ha più specializzazioni,
è in grado di svolgere le operazioni basilari di un’altra mansione per coadiuvare un collega.
Segue un programma di scambi e corsi di formazione
per aggiornare e curare professionalità e competenze.
Perché in Isoli sono le persone che fanno la differenza.

Storytelling:
Paola Rossi e Carlo Presotto
La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale

Strategia di Posizionamento:
S&P – Positioning design