La storia. I valori di una tradizione

Secondo dopoguerra.
C’è un’Italia da ricostruire,
un’Italia che è tutta un cantiere.
Ci sono materiali da trasportare, caricare, scaricare.
Ci sono tre appassionati meccanici, tre fratelli, Gino, Attilio e Rino
e un paese sulla riva della Brenta dove si cavano sabbia e ghiaia.
Si caricano e si scaricano a mano.
I fratelli Isoli hanno occhi, che vedono, e mani che sanno dar forma alle idee.
Mani che non riescono a star ferme,
come quelle di milioni di giovani in tutta quell’Italia che rinasce.
Un pistone idraulico, una leva,
ed ecco che con un solo gesto si scarica l’intero cassone,
facendo svanire ore di fatica.
Ma non basta, insieme alla voglia di lavorare,
c’è anche quella di dimenticare gli anni della guerra.
Ed ecco i fratelli Isoli alle prese con la sfida di realizzare
una giostra ad azionamento oleodinamico.
Ci piace pensare che, forse,
sia proprio il lavoro su quei quei bracci snodati a far nascere l’idea della prima autogru.
Nelle Officine Costruzioni Meccaniche dei primi anni si lavora in piazzale,
fra le lamiere tagliate, le scintille della saldatrice, l’odore del ferro.
Si lavora tutti i giorni, anche al sabato e a volte la domenica mattina.

L’azienda cresce, con una nuova sede, aree attrezzate, macchinari all’avanguardia.
Arrivano clienti importanti, la Fiat, la Lancia, l’OM, l’Alfa Romeo, la Ford;
nascono nuovi prodotti, oltre alle gru,
escavatori, elevatori, pale idrauliche,
ed ecco i carri soccorso per l’Aci;
una vera icona delle nuove strade e autostrade che iniziano a collegare l’Italia.

Arrivano figli e i nipoti in azienda a imparare il mestiere, ad attaccarsi al lavoro:
una nuova generazione,
quella che inaugura negli anni ‘70 la sede attuale:
quasi 80.000 mq di estensione, uno staff di circa 120 persone,
che allora come oggi sono quasi tutti originarie di Fontaniva e dintorni.
Nel 1979 è nata la Isoli S.p.A.
con le nuove commesse per il settore della logistica militare,
le prime piattaforme aeree,
l’apertura al mercato europeo;
ed ecco, ai giorni nostri l’espansione nel mercato ad oriente.
Oggi nella conduzione dell’azienda,
a fianco della famiglia Isoli,
c’è un team di collaboratori che hanno in comune
gli stessi principi e la stessa passione.
Una squadra sempre in prima linea,
che condivide i valori di questa grande tradizione:
determinazione, responsabilità, affidabilità.
Le fondamenta che permettono di spingersi sempre più in alto
e sempre più lontano.

Storytelling:
Paola Rossi e Carlo Presotto
La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale

Strategia di Posizionamento:
S&P – Positioning design